La seduta di Gran Consiglio in breve: il PLR sorride!

La seduta di Gran Consiglio in breve: il PLR sorride!

Approvata la nuova Legge sull’ordine pubblico e respinta l’iniziativa “Rafforziamo la scuola media”

In questa 2-giorni parlamentare, il piatto forte è sicuramente stato la concretizzazione del divieto di dissimulazione del volto. Grazie al lavoro della Commissione della legislazione, e in particolar modo della relatrice Natalia Ferrara Micocci, il PLR ha messo sul tavolo un disegno di legge concreto, indicando la via per l’attuazione della legge sull’ordine pubblico. Per quanta riguarda invece l’iniziativa popolare di Raoul Ghisletta “Rafforziamo la scuola media”, la maggioranza del Gran Consiglio ha ritenuto opportuno, seguendo le conclusioni del rapporto di Franco Celio, non dar seguito alla stessa e attendere il Messaggio sul progetto “La scuola che verrà”. Particolare attenzione è stata posta anche sul risanamento delle finanze cantonali con la proposta del ministro Christian Vitta.

 

Legge sull’ordine pubblico: divieto della dissimulazione del volto

Dopo che la commissione della legislazione, presieduta da Andrea Giudici (PLR), aveva già sottoscritto quasi all’unanimità (fatta eccezione di 2 commissari) il rapporto unico della deputata liberale radicale, il Gran Consiglio ha deciso a larga maggioranza di accogliere il disegno di legge di revisione totale relativo all'ordine pubblico e di adottare una legge ad hoc sulla dissimulazione del volto negli spazi pubblici dando seguito alla volontà popolare espressa con l’approvazione dell’iniziativa costituzionale che chiedeva il divieto di dissimulare il volto in pubblico. Le due nuove leggi entreranno in vigore nei primi mesi dell’anno prossimo, non appena il Consiglio di Stato avrà elaborato i regolamenti di applicazione. La palla passa quindi, nuovamente, a Gobbi.

Sono da rimarcare le molti lodi che la deputata PLR Natalia Ferrara Micocci ha ricevuto per l’ottimo lavoro svolto insieme alla Commissione della legislazione. Complimenti che sono pervenuti trasversalmente da più forze politiche. Complimenti Natalia! 

 

Iniziativa popolare “Rafforziamo la scuola media – per il futuro dei nostri giovani” 

Il Gruppo parlamentare PLR sostiene che l’iniziativa “Rafforziamo la scuola media – per il futuro dei nostri giovani” sia inattuabile dal profilo della sostenibilità economica, dal profilo organizzativo e anche da quello politico. Nonostante vi fossero anche suggestioni positive e condivisibili, i Comuni verrebbero incomprensibilmente coinvolti in un esborso improponibile, soprattutto considerata l’attuale situazione finanziaria. Per queste ragioni, il Gran Consiglio ha deciso di aspettare il Messaggio sul progetto “La scuola che verrà”, che si può leggere come controprogetto indiretto all’iniziativa in questione.

 

Unificazione degli uffici di tassazione a Lugano 

Per risanare le finanze cantonali, il Gruppo PLR in Parlamento lavora seriamente per individuare misure di risparmio che possano ridurre la spesa, senza intaccare i servizi. Il Gruppo liberale radicale sostiene la misura concreta portata dal ministro Christian Vitta che suggerisce di unificare gli uffici di tassazione a Lugano. Mossa, questa, che permetterà al Cantone di risparmiare oltre 840'000 franchi di affitti all’anno.

Il gruppo PLR ritiene che, così come proposto dal ministro Christian Vitta, si debba procedere razionalizzando le spese del Cantone.